Dortmund

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
stemma Germania mappa
Stemma della città di Dortmund Mappa della Germania, evidenziata la posizione della città di Dortmund

Dati di base
Stato : Renania settentrionale-Westfalia
Regione amministrativa : Arnsberg
Altezza : 86 m sul livello del mare NHN
Zona : 280,71 km 2
Residente: 587.696 (31.12.2020)
Densità di popolazione : 2094 abitanti per km 2
Codici postali : 44135-44388
Primarie : 0231, 02304
Targa : FARE
Chiave della comunità : 05 9 13 000
Struttura della città: 12 distretti con 62 distretti
Indirizzo
dell'amministrazione comunale:
Friedensplatz 1
44135 Dortmund
Sito Web : dortmund.de
Sindaco : Thomas Westphal ( SPD )
Luogo di Dortmund nel Nord Reno-Westfalia e nel distretto amministrativo di Arnsberg
Niederlande Belgien Niedersachsen Rheinland-Pfalz Hessen Essen Wuppertal Solingen Remscheid Hagen Ennepe-Ruhr-Kreis Bochum Dortmund Herne Gelsenkirchen Bottrop Oberhausen Mülheim an der Ruhr Duisburg Kreis Mettmann Düsseldorf Rhein-Kreis Neuss Kreis Heinsberg Mönchengladbach Krefeld Kreis Viersen Kreis Wesel Kreis Kleve Rhein-Erft-Kreis Kreis Düren Rheinisch-Bergischer Kreis Oberbergischer Kreis Kreis Recklinghausen Kreis Borken Kreis Unna Märkischer Kreis Kreis Olpe Hamm Kreis Soest Kreis Coesfeld Kreis Steinfurt Kreis Warendorf Leverkusen Köln Städteregion Aachen Bonn Rhein-Sieg-Kreis Städteregion Aachen Kreis Euskirchen Münster Kreis Siegen-Wittgenstein Hochsauerlandkreis Kreis Paderborn Kreis Gütersloh Kreis Höxter Kreis Lippe Kreis Herford Kreis Minden-Lübbecke Bielefeldcarta geografica
A proposito di questa immagine

geografia

Posizione

.

che porta a nord, inizia nel porto della città di Dortmund .

acque

Vista dall'Hohensyburg all'Hengsteysee
Emscher a Dortmund

L'area urbana di Dortmund è relativamente povera di acque naturali. Oltre alla Ruhr nel sud di Dortmund, ai confini della città con le città di Hagen e Herdecke, solo il fiume Emscher , che scorre da est a ovest attraverso la città, è uno dei fiumi più grandi . Inoltre, vi sono numerosi torrenti minori come l' Hörder Bach , il Rüpingsbach , lo Schondelle , il Roßbach o il Körnebach , che sfociano nei fiumi citati per primi o appartengono al bacino idrografico della Lippe . Molti dei corsi d'acqua sono stati utilizzati per lo smaltimento delle acque reflue, ma sono stati gradualmente riportati al loro stato naturale nel corso della rinaturazione dell'Emscher e del Seseke . A seguito della rinaturazione, l'area intorno ai torrenti è stata notevolmente migliorata. Inoltre, il canale Dortmund-Ems è una via navigabile federale tra il porto della città di Dortmund e Papenburg / Ems .

Con l' Hallerey , il Lanstroper See , il Pleckenbrinksee e il Brunosee nella riserva naturale Beerenbruch quattro laghi sono strettamente legati alla storia mineraria di Dortmund. Queste acque sono state create dalla subsidenza . Inoltre, altri due laghi sono stati creati artificialmente con Hengsteysee e Phoenix-See .

espansione

L'area urbana di Dortmund copre 280.707 km². Questo pone Dortmund al 26° posto tra i più grandi comuni della Germania e al nono tra le grandi città. Nel Nord Reno-Westfalia, la sua area è superata solo dalle principali città di Colonia e Münster e dalla città di Schmallenberg .

Comunità vicine

Dortmund confina a 21 km con il distretto di Recklinghausen con le città di Castrop-Rauxel a ovest e Waltrop a nord-ovest. Da nord a sud-est, Dortmund è circondata dal distretto di Unna per un totale di 76 km con le città di Lünen a nord, Kamen a nord-est, Unna a est, il comune di Holzwickede e la città di Schwerte (entrambe nel sud-est). Questo è seguito dal confine cittadino lungo due chilometri fino alla città indipendente di Hagen direttamente a sud. A sud-ovest di Dortmund, la città unisce il distretto di Ennepe-Ruhr con le città di Herdecke e Witten per 17 km . Dopotutto, esattamente a ovest si trova la città indipendente di Bochum , i cui confini qui sono lunghi dieci chilometri. In totale, i confini della città di Dortmund coprono quindi 126 km.

Geografia politica

Quartieri cittadini e comuni limitrofi della città.
.

Dal 1 gennaio 1975, la città di Dortmund è stata divisa in dodici distretti .

Questi sono i tre quartieri interni della città ovest , nord ed est , nonché l'anello che li circonda dagli altri nove distretti Eving , Scharnhorst , Brackel , Aplerbeck , Hörde , Hombruch , Lütgendortmund , Huckarde e Mengede, in senso orario (a partire da nord) . Ciascuno di questi distretti cittadini elegge un rappresentante distrettuale alle elezioni locali, e questi rappresentanti eleggono un sindaco distrettuale tra le loro fila. Ci sono anche uffici amministrativi distrettuali in periferia.

Al di sotto dei distretti cittadini, la città è ulteriormente suddivisa in 62 distretti statistici, che a loro volta sono suddivisi in un totale di 170 sottodistretti statistici. Al di fuori dei quartieri della città, questi spesso corrispondono alle località precedentemente indipendenti incorporate nella città di Dortmund. Oltre a questa divisione ufficiale, ci sono anche i distretti urbani elencati di seguito.

clima

.

Gli inverni miti e le estati relativamente fresche sono caratteristici. La temperatura media annuale è di 9-10 ° C, la piovosità media a lungo termine è di 750 mm. La direzione prevalente del vento è sud-ovest. Le precipitazioni sono distribuite abbastanza uniformemente nel corso dell'anno, in inverno dominano piogge continue , in estate rovesci più brevi ma più produttivi . Di conseguenza, il massimo viene raggiunto a luglio con 80-90 mm, il minimo è 40-50 mm a febbraio. Anche le fluttuazioni di temperatura sono piuttosto piccole al di sotto dei 20 ° C, il mese più freddo è gennaio con -6-11 ° C e il più caldo è agosto con 10-35 ° C. A Dortmund esistono caratteristiche climatiche di aree densamente popolate, ad esempio si formano isole di calore tipiche di un clima urbano .

Fonte:
Dortmund
J F. M. UN. M. J J UN. S. oh n D.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Temperatura in
°C
precipitazioni in
mm
ohoh??oh
Jan febbraio Mar aprile Maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
Max. Temperatura ( ° C ) 5 9 13 18° 21° 22 22 19° 15° 9 5 13,5
Min. Temperatura (° C) −1 −1 2 11 13 13 10 3 1 5.9
Precipitazioni ( mm ) 65 56 53 57 68 78 93 93 67 60 71 77 838
Giorni di pioggia ( g ) 19° 17° 14 16 14 14 17° 16 15° 17° 19° 19° 197
Umidità ( % ) 85 80 77 72 70 73 73 74 79 81 84 85 77,7
T
e
m
p
e
r
a
t
u
r 4° −1 5 −1 9 2 13 4° 18° 8° 21° 11 22 13 22 13 19° 10 15° 7° 9 3 5 1 Jan febbraio Mar aprile Maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre N
i
e
d
e
r
s
c
h
l
un
g 65
56
53
57
68
78
93
93
67
60
71
77
  Jan febbraio Mar aprile Maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre Fonte:

Dati demografici

Panoramica statistica

.

Al di fuori del centro città vivono molte meno persone per chilometro quadrato rispetto al centro città. Nel 2013, i valori variavano da circa 1.460 abitanti per km² nel sottodistretto statistico Holthausen ( distretto cittadino Eving ) a circa 39.180 abitanti per km² nel subdistretto statistico Nordmarkt-Südost ( distretto cittadino Innenstadt- Nord ).

Struttura della popolazione

Gruppi più numerosi di popolazione senza cittadinanza tedesca
(al 31 dicembre 2020)
nazionalità residente
tacchino
tacchino tacchino
21,023
Siria
Siria Siria
12.288
Polonia
Polonia Polonia
9,568
Romania
Romania Romania
5.832
Spagna
Spagna Spagna
4.992
Bulgaria
Bulgaria Bulgaria
4.659
Grecia
Grecia Grecia
4.165
Italia
Italia Italia
3.904
Marocco
Marocco Marocco
3.239
Iraq
Iraq Iraq
2.952
Croazia
Croazia Croazia
2,474
Serbia
Serbia Serbia
2,418
Macedonia del Nord
Macedonia del Nord Macedonia del Nord
2,360
Ucraina
Ucraina Ucraina
2.192
Bosnia Erzegovina
Bosnia Erzegovina Bosnia Erzegovina
1.984
Russia
Russia Russia
1.905
Portogallo
Portogallo Portogallo
1.818
Kosovo
Kosovo Kosovo
1,603
Repubblica popolare cinese
Repubblica Popolare Cinese Repubblica Popolare Cinese
1.356
Ungheria
Ungheria Ungheria
1,335
Altro 23.047
tutto sommato 115.458
42.473

Nel 2020, il 50,4% della popolazione era costituito da donne e il 49,6% da uomini.

Dortmund era una città di immigrazione già nel Medioevo, ma con l'inizio dell'industrializzazione, l'afflusso di persone aumentò enormemente. Tra questi immigrati c'erano anche molti polacchi e quindi, per la prima volta, un folto gruppo di persone non di lingua tedesca con una religione diversa che, però, si assimilarono gradualmente. Ulteriori assunzioni mirate di lavoratori ospiti avvennero principalmente negli anni '60 per soddisfare la domanda di lavoro nell'industria del carbone e dell'acciaio. La percentuale di stranieri in città è del 19,1% (al 31 dicembre 2020). Questo è un valore medio per le grandi città della Germania occidentale. La percentuale di persone con un background migratorio (indipendentemente dalla cittadinanza) era del 35,6% alla fine del 2018.

Nel 2018 il 40,2% della popolazione era sposato, il 43,7% single, il 6,9% vedovo e l'8,1% divorziato.

Struttura del reddito e delle prestazioni

Il tasso di disoccupazione a Dortmund era dell'11,0% alla fine di giugno 2017. Ci sono grandi differenze all'interno dell'area urbana.

Nel nord di Dortmund ci sono molti distretti con un'alta percentuale di beneficiari di assistenza sociale e di disoccupati. Ciò vale in particolare per tutti i distretti statistici del centro nord (tasso di disoccupazione del 21,3%), ma anche per i quartieri fuori dal centro cittadino, come Scharnhorst-Ost (18,9%), Eving (14,7%) e Lindenhorst (13,6%). Tuttavia, ci sono alcuni distretti del nord con bassi tassi di disoccupazione e alti redditi medi, come Brechte , Holthausen e i distretti nord-orientali di Husen , Kurl e Grevel .

La struttura sociale nei distretti urbani dell'ovest di Dortmund è relativamente mista. In molti luoghi i tassi di disoccupazione sono più o meno in linea con la media di Dortmund o sono leggermente più alti, ad esempio nei distretti più grandi di Huckarde (12,8%), Kirchlinde (12,5%) e Lütgendortmund (11,2%). Deusen ei sobborghi di Oespel e Westrich, in particolare, hanno bassi tassi di disoccupazione e strutture di reddito più elevate . In altre parti dell'Occidente, come Westerfilde (16,5%), Nette (15,7%) e Marten (14,3%), la disoccupazione è invece ben al di sopra della media.

L'est di Dortmund ha prevalentemente distretti con bassi tassi di disoccupazione e strutture di reddito medio o leggermente più alte. Ad eccezione di Wickede , che si trova alla periferia della città (12,0%), i tassi di disoccupazione nell'est sono sempre inferiori alla media di Dortmund. La disoccupazione è relativamente bassa in alcuni distretti cittadini più grandi come Aplerbeck (6,4%) e Asseln (6,1%), nonché in quartieri cittadini più piccoli come Sölderholz (3,6%).

, per esempio . la proporzione degli ultrasessantenni rispetto alla popolazione attiva è di 47,0 e il rapporto tra lavoro e la popolazione inattiva quindi circa 5: 4. Sono valori riscontrabili anche per tutta la Germania.

Sviluppo della popolazione

Crescita della popolazione dal 1871 al 2018

Nel 1895, la città di Dortmund ha superato il limite di 100.000 abitanti, il che ne ha fatto una grande città . Dopo l'incorporazione della città di Hörde e dei distretti di Dortmund e Hörde, nel 1929 vivevano in città circa 536.000 persone. La seconda guerra mondiale spopolò la distrutta Dortmund. Nell'aprile 1945 c'erano 340.000 persone. In seguito, molte persone evacuate nell'area rurale, così come rifugiati e sfollati, si stabilirono a Dortmund. La popolazione crebbe rapidamente. Nel 1965 il numero più alto è stato raggiunto con 657.804 cittadini. Negli anni che seguirono, la popolazione diminuì, come nelle città circostanti della zona della Ruhr. Il censimento del 1987 ha trovato una popolazione di 584.089. Tuttavia, questa tendenza si è ora invertita. La popolazione è aumentata di nuovo tra il censimento del 2011 e del 2019, fino a 588.250 residenti ufficiali al 31 dicembre 2019. Secondo l'Ufficio statistico statale, la popolazione è leggermente diminuita di nuovo per l'anno successivo. L'Ufficio statale per l'informazione e la tecnologia del Nord Reno-Westfalia (IT.NRW) prevede un aumento della popolazione di Dortmund del 5,1% a 604.100 persone entro il 2040.

storia

Incisione su rame di Matthäus Merians della città di Dortmund del 1647

Storia della città

Vecchia casa di città: personificazione del commercio Hansekogge e municipio medievale

Le prime tracce di insediamento in quella che oggi è l'area urbana di Dortmund risalgono al Neolitico . Dortmund è stato menzionato per la prima volta come

Throtmanni
nell'882 . La prima menzione dei diritti di mercato di Dortmund risale al 990. Secondo la leggenda, Reinoldus divenne il santo patrono della città nell'XI secolo .

La più antica vista di Dortmund 1470

Nel 1152 si tenne una giornata di corte a Dortmund sotto il re Federico Barbarossa , che in seguito divenne imperatore. Di conseguenza, più artigiani e commercianti si stabilirono intorno al palazzo reale e contribuirono allo sviluppo graduale di Dortmund. Già nel 1200 fu raggiunta l'attuale dimensione del centro cittadino di 82 ettari e fortificato con mura di cinta. Nel 1232 (o 1231) ci fu un grande incendio in città. Probabilmente innescato da un incendio doloso, distrusse quasi completamente la città. L'incendio è divampato soprattutto nel centro della città densamente popolato a nord di Hellweg e ha distrutto non solo le case in legno dei negozianti e degli artigiani, ma anche la Reinoldikirche in pietra. A causa dell'incendio è andato perduto anche l'archivio della città e con esso tutti i documenti antecedenti l'incendio della città. I privilegi di Dortmund, perduti nell'incendio della città, furono rinnovati da Federico II nel 1236 e la città di Dortmund (latino [burgus] Tremonia ) fu inizialmente designata come città imperiale (letteralmente: "civitas nostra Tremoniensis imperalis").

Dortmund intorno al 1610 di Detmar Muhler
Borussia Dortmund 1804
nel 1339 diede in pegno la corona reale inglese a un consorzio guidato da mercanti di Dortmund.

) nel 1875 .
Il vecchio municipio , a destra, nel 1894 dal lato del mercato, poco prima della ristrutturazione, ancora con timpano barocco.

Solo con l'inizio dell'industrializzazione, all'inizio del XIX secolo, si poté arrestare il declino. Secondo il catasto originale del 1826, circa 4.000 persone vivevano in 940 case e 453 stalle e fienili all'interno dei bastioni. Il paesaggio urbano era modellato da strade e vicoli stretti e non asfaltati e molte case a graticcio. Solo le quattro grandi chiese cittadine medievali, l'antico municipio e alcuni edifici secolari in pietra testimoniano il grande patrimonio culturale del passato.

Dalla metà del XIX secolo iniziò la rinnovata ascesa di Dortmund e il cambiamento in una città industriale grazie all'estrazione del carbone e alla lavorazione dell'acciaio . Dall'apertura della ferrovia Cöln-Mindener nel 1847, Dortmund è diventata un importante snodo dei trasporti nell'area della Ruhr. L'apertura del canale Dortmund-Ems e quindi del porto nel 1899 diede un altro contributo significativo allo sviluppo economico . Questa infrastruttura ha spianato la strada a Dortmund per diventare una grande città. La città crebbe oltre gli stretti confini dei bastioni medievali. L'estensione era inizialmente a nord per includere la nuova stazione ferroviaria principale. Dal 1858, l'architetto della città Ludwig costruì una rete stradale ad angolo retto con piazze decorative (Steinplatz, Nordmarkt , Borsigplatz ) nella parte settentrionale della città di Dortmund.

Edificio della stazione a Königswall fino al 1910
, lo sviluppo del quartiere fu in gran parte completato, e qui vivevano circa 10.000 persone.

Veduta dell'Hiltropwall con la sinagoga
Altes Theater am Südwall su una cartolina storica

Già nel 1905, con l'incorporazione di Körne, iniziò un'ondata di incorporazioni, che culminò nella legge del 1928 sulla riorganizzazione municipale dell'area della Ruhr con l'incorporazione della città di Hörde (che ricevette i diritti di città già nel 1340). Dalle fusioni del 1928 e del 1929, l'area di Dortmund si trova in misura maggiore sull'area dell'ex Grafschaft Mark che su quella dell'ex Città Libera Imperiale di Dortmund. Con lo scoppio della seconda guerra mondiale , il paesaggio urbano era cambiato da piccolo paese agricolo a aspetto metropolitano. Nel giro di pochi anni il centro cittadino venne ampliato con la nuova realizzazione di strutture di rappresentanza, come la sinagoga , i grandi magazzini Althoff nel 1904, la Krügerhaus nel 1912 o l'intera area intorno alla stazione attraverso la costruzione di una nuova stazione centrale , il teatro , l'ufficio postale e il Löwenhof come centro commerciale o misure di sviluppo urbano come la svolta in Hansastrasse cambiarono radicalmente.

Distruzione su larga scala del centro storico di Dortmund, qui e intorno alla Liebfrauenkirche

Durante la seconda guerra mondiale, la città e le sue chiese storiche furono distrutte per oltre il 90% da un totale di 105 raid aerei e da oltre 22.242 tonnellate di bombe nel centro. L'alta percentuale è in parte dovuta agli otto grandi attentati in cui la città di Dortmund era l'unico obiettivo nel fulcro di un attacco. Durante il grande attacco del 12 marzo 1945 , più di 4.800 tonnellate di bombe colpirono la città. Questo attacco è stato il bombardamento più pesante contro una città tedesca. Dopo quest'ultimo grave attentato, l'intera vita sociale ed economica si fermò. Secondo i rapporti contemporanei, inizialmente si pensò di non ricostruire il centro della città.

Ricostruzione del centro di Dortmund in stile moderno

L'effettiva ricostruzione, tuttavia, è stata determinata dalle linee infrastrutturali esistenti nel terreno e nelle strade soprastanti, che sono state inizialmente bonificate come vie di trasporto e di collegamento nella vita quotidiana del dopoguerra. Pertanto, la gestione dei centri urbani è stata vista come un'opzione di ricostruzione e modifica, invece di una nuova pianificazione completa. Tuttavia, la consapevolezza pubblica del dopoguerra è stata plasmata dal desiderio di non ripetere la situazione dello sviluppo urbano come prodotto dell'industrializzazione sulle planimetrie della città medievale. L'obiettivo progettuale degli anni della ricostruzione era quindi un Dortmund nuovo, aperto e sostenibile, che dovrebbe consapevolmente distinguersi dal passato e dalla vecchia eredità storica. Nonostante la feroce resistenza della popolazione di Dortmund, molti edifici che modellano il paesaggio urbano, come il municipio o la sinagoga, furono abbattuti o non ricostruiti.

La ricostruzione procedette rapidamente e nel 1950 la città contava 500.000 abitanti. Con un tasso di disoccupazione del 2,3%, nel 1952 prevaleva la piena occupazione e le ottime condizioni economiche attraevano sempre più immigrati, soprattutto profughi delle regioni orientali. Dortmund aveva già 624.000 abitanti nel 1956. Nel 1965 la città raggiunse il massimo storico con 658.075 abitanti.

Nome del luogo

Un anno dopo il suo soggiorno a Dortmund, il re Federico Barbarossa consegnò un documento all'arcivescovo Arnold II von Wied di Colonia nel 1152, che contiene il nome latino "

in burgo Tremonia
" (tedesco: "nella città di Tremonia"). Il termine
Tremonia
non deriva da
Throtmanni
. Si presume che quando si utilizza questo termine, il buon suono e il presunto significato abbiano avuto un ruolo. Il nome sarebbe quindi composto dalle parole
tres
o
tria
(tedesco: tre ) e
moenia
(tedesco: muro ) e significherebbe qualcosa come la città con tre mura .

trova ancora occasionalmente.

Un'interpretazione etimologica popolare è nota dai cronisti tardo medievali , secondo cui vi erano due villaggi, l'

alde
e il
nuovo Dorp
, entrambi vicini a Burg Munda . C'era una disputa tra Sassoni e Romani - o Franchi - su questo castello. I Burgmannen interpretarono il grido di battaglia
trucide
come truz o trot e chiamarono con disprezzo gli assalitori Trotmanni ( Trutzmänner ). Il nome è stato poi trasferito al luogo.

e la città è ora indicata a livello internazionale con il suo nome tedesco.

Incorporazioni

Ciò che è caratteristico dell'area urbana di Dortmund di oggi è la pronunciata delimitazione spaziale dei singoli distretti dai loro distretti vicini da campi, boschi o aree di traffico. Questo fatto si basa sull'incorporazione su scala relativamente ridotta di comunità precedentemente indipendenti. Alcuni distretti più grandi, come i centri distrettuali di Hörde , Aplerbeck o Mengede , trasmettono chiaramente la loro precedente indipendenza attraverso le dimensioni dei loro centri distrettuali e le loro vie dello shopping.

I seguenti comuni sono stati incorporati nella città di Dortmund:

religioni

Chiese della città di Dortmund 1611
Chiese della città di Dortmund su una vista della città dal 1611
A = Rinolditurm
B = Chiesa di Santa Maria
G = vecchia Nicolaikirche
M = porta del castello
P = convento domenicano (oggi chiesa prepositurale)
N = Monastero di Santa Caterina
O = Chiesa di San Pietro

Statistiche di denominazione

Secondo i risultati del censimento del 9 maggio 2011 , 173.790 residenti di Dortmund appartenevano alla Chiesa cattolica romana. 188.470 abitanti erano protestanti, 3.120 erano membri della Chiesa libera protestante, 9.420 erano ortodossi e 2.390 erano ebrei. 191.630 abitanti sono stati assegnati alle categorie “altro” o “non appartenenti ad alcuna comunità religiosa pubblica”. Secondo un calcolo dei dati del censimento per le persone con un passato migratorio, la percentuale di musulmani a Dortmund nel 2011 era del 9,5% (circa 54.200 persone).

cristianesimo

Chiesa prepositurale vista da Hansaplatz
Veduta della Reinoldikirche

Dortmund appartiene all'arcidiocesi di Colonia sin dalla sua fondazione ed era sede di un arcidiacono . Dal 1523 la Riforma prese gradualmente piede. Ma fu solo nel 1562 che la Cena del Signore fu distribuita in entrambe le forme. La città era allora prevalentemente protestante. Come libera città imperiale, Dortmund fu anche in grado di regolare da sé gli affari religiosi e così la città ricevette un nuovo reggimento ecclesiastico nel 1570. Il credo luterano era predominante . La Confessione Riformata non fu affatto consentita fino al 1786. Nel 1625 il consiglio istituì la Soprintendenza di Dortmund. Da questo, dopo il passaggio in Prussia, emerse il successivo distretto ecclesiastico di Dortmund all'interno della Chiesa evangelica in Prussia o della sua chiesa provinciale della Westfalia. Nel 1960 il distretto ecclesiastico di Dortmund è stato diviso in quattro distretti ecclesiastici. Fino alla fine del 2013 si sono formati i distretti ecclesiastici Dortmund-Mitte-Nordost (dodici parrocchie), nel 2002 i distretti ecclesiastici Dortmund-Mitte e Dortmund-Nordost, Dortmund-Süd (otto parrocchie) e Dortmund-West (cinque parrocchie) si sono fusi con le loro parrocchie associate le parrocchie vicine di Lünen (quattro parrocchie) le "Distretti ecclesiali uniti di Dortmund - Associazione delle parrocchie e dei distretti ecclesiastici protestanti di Dortmund e Lünen". Il 1° gennaio 2014, i quattro distretti ecclesiastici si unirono per formare il distretto ecclesiastico evangelico di Dortmund. Con le sue 28 parrocchie, 24 a Dortmund, tre a Lünen e una a Selm, fa parte della Chiesa evangelica di Westfalia .

Anche dopo l'introduzione della Riforma, c'erano ancora alcuni cattolici a Dortmund che appartenevano ancora all'arcidiocesi di Colonia. Inizialmente, avevano solo le chiese del monastero per i servizi di culto. Nel 1616, tuttavia, il monastero domenicano ricevette nuovamente i diritti parrocchiali. Dopo il 1803 le chiese del monastero cattolico romano furono secolarizzate o addirittura demolite. La chiesa del soppresso convento domenicano è stata conservata come chiesa prepositurale. Nel 1821 i cattolici furono assegnati alla diocesi o arcivescovado di Paderborn . A causa della forte immigrazione nel XIX e all'inizio del XX secolo, soprattutto dall'allora provincia di Posen , anche il numero dei cattolici aumentò notevolmente. Nel 1832 Dortmund divenne la sede di un decanato cattolico romano . Anche dopo la fondazione del "Ruhrbistum" Essen, Dortmund rimase con l'arcidiocesi di Paderborn.

Chiesa greco-ortodossa dei Santi Apostoli
), assegnò le comunità greco-ortodosse appena fondate in Germania ai rispettivi distretti. Alla fine del 1965 consegnò la parrocchia di Dortmund al neo-presbitero Tilémachos (Margarítis) e quindi la responsabilità pastorale dei cristiani ortodossi nell'area orientale della Ruhr. Tilemachos ha ricoperto questa carica fino all'ottobre 2006. Fu seguito dall'archimandrita Dr. Filotheos.

Dortmund è la sede della segreteria della Conferenza episcopale ortodossa in Germania .

Ci sono anche altre comunità religiose che hanno le loro radici nel Cristianesimo, i Testimoni di Geova e la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (" mormoni "). I mormoni gestiscono un centro di ricerca genealogica a Dortmund .

La Chiesa Neo-Apostolica è stata rappresentata anche a Dortmund dal 1896 attraverso l'istituzione della congregazione di Dortmund-Nord (fusa con la congregazione di Dortmund-Eving nel 2008). Anche l'amministrazione della Chiesa Neo-Apostolica della Germania Ovest si trova a Dortmund. A causa del cambiamento demografico nella società e del numero crescente di membri di chiesa inattivi, alcune località sono state abbandonate e le congregazioni si sono fuse negli ultimi anni. Nel 2012 c'erano 24 comuni nell'area della città, attualmente (a partire dal 2015) ci sono 17 comuni.

Islam

La più importante comunità religiosa non cristiana di Dortmund è l' Islam . Molte moschee e case di preghiera (soprattutto nel centro della città settentrionale, che è fortemente influenzato dai migranti ) lo rendono chiaro. Attualmente ci sono circa 30 associazioni di moschee a Dortmund , che sono rappresentate da un consiglio congiunto di musulmani a Dortmund dal settembre 2007.

, in breve: DİB), che sin dai primi anni '70 invia teologi islamici formati in Turchia alle associazioni delle moschee tedesche. Nel novembre 1976 il primo teologo islamico fu accolto a Dortmund come insegnante e guida di preghiera.

, in breve: DITIB). Oggi dieci comuni di Dortmund appartengono al DITIB.

Oltre alle associazioni delle moschee, che sono orientate alle condizioni nazionali in Turchia, ci sono altre comunità islamiche a Dortmund, ad esempio la comunità islamica Millî Görüş e la comunità alevita con altri orientamenti spirituali.

Quando negli anni '90 è diventato chiaro che i lavoratori migranti sarebbero rimasti a Dortmund in modo permanente, questo ha avuto un impatto anche sulle associazioni delle moschee. Le associazioni, che fino a quel momento erano state organizzate in modo lasco, erano organizzate secondo il diritto associativo tedesco e miravano allo status senza scopo di lucro. I luoghi di preghiera, in precedenza spesso ospitati negli edifici posteriori, sono stati spostati negli edifici anteriori. L'Islam è diventato più visibile. La tendenza alla costruzione di moschee rappresentative, come si può osservare in tutta la Germania, continua anche a Dortmund.

Nell'autunno 2007 i rappresentanti della maggior parte delle comunità delle moschee hanno formato un “Consiglio delle comunità musulmane a Dortmund” con la partecipazione di tutte le importanti organizzazioni islamiche in Germania .

giudaismo

Sinagoga di Dortmund

Il primo documento che indica l'esistenza di ebrei nell'ex città anseatica e imperiale di Dortmund è un privilegio di Enrico IV dal 1074; una seconda menzione documentaria degli ebrei risale all'anno 1096. La maggior parte delle abitazioni degli ebrei di Dortmund, la loro casa di preghiera e il mikveh si trovavano all'estremità occidentale del centro della città. In connessione con i pogrom di peste del 1460/1465, gli ebrei furono espulsi da Dortmund e si stabilirono nuovamente nei villaggi circostanti solo nel XVI secolo. a Dorstfeld , Hörde , Schwerte , Unna . Solo all'inizio del XIX secolo la città di Dortmund permise di nuovo agli insediamenti ebraici all'interno delle sue mura. Dalla metà del XIX secolo, il numero di ebrei che vivono a Dortmund è cresciuto costantemente a causa dello sviluppo industriale dell'area della Ruhr.

Nel corso di questo, la Vecchia Sinagoga fu costruita nel 1895 come luogo di preghiera centrale e rappresentativo . Con 1.300 posti, di cui 750 riservati agli uomini al piano terra e 450 posti alle donne nelle gallerie dell'edificio a cupola, la sinagoga era una delle più grandi case di preghiera ebraiche della Germania dell'epoca. Essendo una delle poche comunità ebraiche in Germania, la comunità fu espropriata e demolita prima dei pogrom di novembre del 1938 . Oltre alla grande sinagoga nel centro della città, c'erano anche comunità ebraiche a Dortmund-Hörde e Dortmund-Dorstfeld con le proprie sinagoghe, anch'esse distrutte. La successiva emigrazione forzata sotto il nazionalsocialismo e l' Olocausto decimò drasticamente la popolazione ebraica di Dortmund.

gestisce anche un asilo. La parte ebraica del cimitero principale di Dortmund è ora di nuovo utilizzata attivamente.

Dortmund è la sede dell'associazione regionale delle comunità ebraiche di Westfalia-Lippe .

Altre comunità religiose

Ci sono due centri comunitari tailandesi-buddisti a Dortmund : Wat Metta Parami in Hüttenbruchweg e Wat Dhammabharami su Engelbertstraße. Oltre a queste due comunità, orientate verso il ramo Theravada del Buddismo , esiste anche un centro che rappresenta una forma di Vajrayana . Questo appartiene all'organizzazione ombrello buddista Diamantweg e. V. a.

Per la comunità indù che vive a Dortmund Tamil è di grande importanza il tempio Sri Kamadchi-Ampal ad Hamm.

C'è anche una comunità baha'i .

Dialogo Interreligioso

Le origini del dialogo cristiano-islamico a Dortmund si trovano nel Gruppo di lavoro per la religione e la visione del mondo della Rheinisch-Westfälische Auslandsgesellschaft , avviato nel 1969 . Negli anni '90, nel gruppo di lavoro Chiesa e Moschea, si registrano i primi contatti diretti tra le comunità cristiane e quelle islamiche. Questi gruppi di lavoro oggi non esistono più.

Dortmund .

La Società per la cooperazione cristiano-ebraica Dortmund e. v.

politica

panoramica

Municipio di Dortmund
Amtshaus Aplerbeck Sede di uno dei dodici rappresentanti distrettuali di Dortmund

Dortmund è una città indipendente nel distretto amministrativo di Arnsberg in della stato di Renania Settentrionale-Vestfalia e agisce in libera auto-somministrazione attraverso i suoi organi . Secondo la legge sulle elezioni locali nello stato del Nord Reno-Westfalia , il codice municipale dello stato del Nord Reno-Westfalia e lo statuto principale della città di Dortmund, questi sono il consiglio della città di Dortmund e il sindaco. Ogni cinque anni, i cittadini di Dortmund eleggono il consiglio onorario di 82 persone della città di Dortmund (2012: ulteriori quattro mandati straordinari e compensativi) e il sindaco a tempo pieno. Finora il consiglio ha eletto due sindaci onorari come vicesindaci, dal 2020 sono tre i sindaci. In ciascuno dei dodici distretti cittadini viene eletto un consiglio distrettuale volontario di 19 persone, che eleggono al loro interno un sindaco distrettuale (fino al 2008: capo circoscrizione) e uno o più deputati. Il sindaco è responsabile dell'amministrazione quotidiana, guida le riunioni del consiglio e rappresenta la città. Il sindaco è tenuto ad eseguire le decisioni del consiglio. Il consiglio elegge anche un direttore cittadino e fino a nove altri consiglieri cittadini per fungere da vice del sindaco nell'amministrazione della città. Ci sono uffici amministrativi distrettuali nei nove sobborghi.

Oltre agli organi di autogoverno locale, sono eletti per mandato diretto quattro membri del parlamento statale e due membri del Bundestag; alle elezioni europee i candidati vengono eletti solo tramite liste.

Tutti i principali partiti tedeschi sono rappresentati nel panorama dei partiti di Dortmund. La lista dei cittadini di Dortmund , che forma un gruppo parlamentare con l'FDP in consiglio , appare come un gruppo puramente comunale . La SPD occupa una posizione dominante: ha fornito ininterrottamente il sindaco dal 1946, e la maggioranza assoluta in consiglio fino al 1999, oltre a tutti i rappresentanti eletti direttamente a livello statale e federale, e ottiene comunque risultati elettorali intorno al 40% oggi. Herbert Wehner una volta ha parlato di Dortmund come della "camera del cuore della socialdemocrazia" in questo contesto. Nel frattempo, tuttavia, il vantaggio della SPD sulla CDU di Dortmund nelle elezioni federali e statali è significativamente meno pronunciato rispetto ad altre città dell'area della Ruhr.

Storia politica

Risultati delle elezioni del consiglio comunale di Dortmund 1946–2014
Distribuzione dei seggi nel consiglio comunale di Dortmund 1946–2014
.

come capo dell'amministrazione cittadina. Nel 1999 la doppia guida nell'amministrazione della città è stata abbandonata. Da allora c'è stato solo il sindaco a tempo pieno.

Consiglio e Sindaco

in percentuale