Salisburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Il titolo di questo articolo è ambiguo. Ulteriori significati sono elencati sotto Salisburgo (disambigua) .
Luogo di Salisburgo Il centro storico di Salisburgo di notte
Il centro storico di Salisburgo di notte
stemma Mappa dell'Austria
Stemma di Salisburgo
Salisburgo (Austria)
Salisburgo
Dati di base
Nazione: Austria
Stato : Salisburgo
Distretto politico : Città legale
Targa : S.
La zona: 65,65 km²
Coordinate :
Altezza :
Residenti : 155.416 (1 gennaio 2021)
Codici postali : 5020, 5023, 5026, 5061, 5071, 5081, 5082
Prefisso : 0662
Codice comunitario : 5 01 01
Indirizzo
dell'amministrazione comunale:
Mirabellplatz 4
5020 Salisburgo
Sito web:
politica
Sindaco : Harald Preuner ( ÖVP )
Consiglio Comunale : (Anno elettorale: 2019)
(40 membri)
1
11
2
1
16
3
11 
6° 
16 
Un totale di 40 posti
Bezirk Hallein (Tennengau) Salzburg Bezirk Salzburg-Umgebung (Flachgau) Bezirk St. Johann im Pongau Bezirk Tamsweg (Lungau) Bezirk Zell am See (Pinzgau)Posizione del distretto di Salisburgo nello stato di Salisburgo (mappa cliccabile)
A proposito di questa immagine
Vista dalla fortezza in direzione nord
Vista da Bergheim
Vista della città dal Gersberg, uno dei contrafforti del Gaisberg
, comunemente noto come "Flachgau". .

Oggi Salisburgo è un importante centro fieristico e congressuale con molte aziende commerciali e di servizi, nonché un efficiente settore turistico. Inoltre, la città è significativa a livello internazionale grazie al Festival di Salisburgo , che le è valso il soprannome di " Città dei festival". Grazie alla sua comoda posizione, la città di Salisburgo costituisce il nucleo della " EuRegio Salzburg - Berchtesgadener Land - Traunstein " transfrontaliera . È anche uno snodo per importanti assi stradali e ferroviari nel traffico ovest – est ( Innsbruck – Salisburgo – Vienna ) e transalpino e nord – sud ( Monaco – Salisburgo – Villach ).

geografia

Posizione

Il Salzach in centro città

La città di Salisburgo si trova sul bordo settentrionale delle Alpi , nel mezzo del bacino di Salisburgo. Il centro storico si trova sul Salzach ed è delimitato dalla fortezza e dal Mönchsberg , nonché dai suoi contrafforti occidentali, il Rainberg .

estende a nord nell'area urbana.

La foresta alluvionale a ovest del Saalach e il territorio collinare alle sue spalle, l' Högl , appartengono già al distretto del Berchtesgadener Land in Baviera. A nord-ovest, il Freilassing bavarese , separato solo dal Saalach, confina con il distretto salisburghese di Liefering-Rott.

Il centro storico nel bacino di Salisburgo è alto 420-426 m. Il punto più alto dell'area urbana è la Gaisbergspitze a 1288 m, la foce del Saalach ai piedi dell'argine è la più bassa a 404 m. Il territorio comunale si estende per 65,65 km², di cui 2238 ettari di terreno edificabile (34,0%), 503 ettari di superficie a traffico (7,7%), 1080 ettari di bosco (16,5%) e 342 ettari di acque (5,2%).

Quartieri

I quartieri di Salisburgo
”, risalenti al Medioevo .

Intorno al 1900 fu costruito il quartiere “ Riedenburg ” ad ovest della città vecchia . L' Andräviertel (Neustadt) si è formato nell'area dei bastioni e delle caserme demolite sulla riva destra . Il quartiere " Elisabeth-Vorstadt " è stato costruito a ovest della stazione ferroviaria principale . Il distretto “ Lehen ” si è sviluppato nella parte settentrionale di Mülln .

I distretti di Aigen , Parsch , Itzling e Gneis sono stati essenzialmente costruiti dopo il 1900. I villaggi un tempo indipendenti, in seguito sobborghi Maxglan a ovest, Liefering a nord-ovest, Gnigl a est e Morzg a sud, divennero distretti nel periodo tra le due guerre. Durante questo periodo, lungo Moosstrasse a Leopoldskron-Moos, si formò gradualmente la striscia di insediamenti continuamente edificata .

Comunità catastali

Salisburgo è divisa in 14  comunità catastali (area al 31 dicembre 2019):

  • Salisburgo (878,46 ha)
  • Aigen I (834,65 ha)
  • Gnigl ​​(282,85 ha)
  • Itzling (276,86 ha)
  • Leopoldskron (869,35 ha)
  • Liefering I (664,67 ha)
  • Maxglano (621,59 ha)
  • Morzg (983,22 ha)

In periferia sono:

  • Bergheim II (149,65 ha)
  • Gaisberg I (427,86 ha)
  • Hallwang II (294,08 ha)
  • Heuberg I (28,75 ha)
  • Siezenheim II (203,05 ha)
  • Wals II (50,16 ha)

I nomi dei quartieri come unità funzionali corrispondono in gran parte alle comunità catastali omonime, i cui confini furono in gran parte determinati all'inizio del XIX secolo (prima del 1830). Il nome Aigen I significa che l'ex comune di Aigen è stato in gran parte incorporato nella città di Salisburgo nel 1939. La restante parte molto piccola fu assegnata al vicino comune di Elsbethen sotto il nome di Aigen II come un piccolo comune catastale separato .

storia

Storia antica e periodo bavarese

L'area della città è stata ininterrottamente popolata dal periodo neolitico fino ai giorni nostri. Nel periodo La Tène fu centro amministrativo degli allumi celtici nel Regno del Norico . La popolazione sulle montagne della città fu ridotta dopo l'invasione romana nel 15 aC. Trasferito nel centro storico secondo l'urbanistica romana. Dall'imperatore Claudio, la nuova città fu una delle città più importanti dell'ormai romana provincia del Norico come Municipium Claudium Iuvavum . Dopo che la provincia del Norico fu ceduta nel 488 all'inizio della Grande Migrazione, parte della popolazione romanoceltica rimase nel paese. Nel VI secolo i bavaresi conquistarono il territorio . Intorno al 696 d.C., il vescovo Ruperto ricevette i resti della città romana dal duca Teodo II di Baviera per fare proselitismo nel paese a est ea sud-est. Rinnovò il monastero di San Pietro e fondò il monastero femminile benedettino a Nonnberg . Lo stato di Salisburgo e le sue contee presto acquisirono sempre più influenza e potere all'interno della Baviera grazie alla fiorente estrazione del sale e alle vaste attività missionarie.

Nel 996 Salisburgo fu fondata dall'imperatore Ottone III. si fa già menzione del diritto di mercato , moneta e pedaggio conferito 1120/30 a giudice comunale. Il più antico statuto della città noto risale al 1287.

Città residenza del principe-arcivescovo

Salisburgo intorno al 1460 di J. Wolgemut
Salisburgo 1644 di Ph. Harpff
Salisburgo 1710 di J. Fr. Probst

Paris von Lodron riuscì a tenere Salisburgo fuori dalla Guerra dei Trent'anni (1618–1648) attraverso un'intelligente politica di neutralità . La città divenne una delle migliori città fortificate d'Europa. (Vedi anche articolo fortificazioni della città di Salisburgo ).

Nel 1732, sotto l'arcivescovo Leopold Anton von Firmian, la maggior parte dei protestanti rimasti nel paese furono costretti ad emigrare ( esuli salisburghesi ).

Sotto l'arcivescovo Hieronymus Franz Josef Colloredo von Wallsee e Mels , Salisburgo divenne un centro del tardo illuminismo tra il 1772 e il 1800 , quando fiorirono la scienza e le arti.

Parte dell'Austria

. Nel 1800, 1805 e ancora nel 1809 Salisburgo fu occupata e saccheggiata dalle truppe napoleoniche.

Nel 1816, con il Trattato di Monaco, gran parte del Salisburghese cadde nuovamente sotto l'Impero austriaco e quindi sotto il governo asburgico. Salisburgo era inizialmente una città distrettuale meno importante nella Terra della Corona dell'Alta Austria, di cui si persero solo pochi pittori e scrittori, oltre a pochi ospiti delle terme. Ma rimasero incantati dalla bellezza della città e le loro segnalazioni fecero di Salisburgo sempre più meta di turisti. Il 30 aprile 1818 scoppiò un incendio in città per quattro giorni. Un centinaio di case sono state distrutte. Nel 1860 iniziò la demolizione delle fortificazioni della città, utilizzate principalmente come materiale da costruzione per il nuovo massacro del Salzach. Nello stesso anno, i salisburghesi applaudirono all'apertura delle linee ferroviarie Vienna-Salisburgo e Salisburgo-Monaco di Baviera. Ciò assicurò una forte crescita della città e fece fiorire il commercio e il commercio.

La fine della prima guerra mondiale portò anche a Salisburgo un periodo di fame e l'economia si riprese solo gradualmente.

Nel periodo tra il 1935 e il 1939 furono incorporati vari comuni limitrofi. Al tempo del regime nazista , fu dal 1938 ad arresti politici e deportazioni degli oppositori e degli ebrei e di altre minoranze. I prigionieri di guerra facevano andare avanti l'economia. Bombe aeree americane danneggiarono gran parte della città nel 1944/45 . Il colonnello Hans Lepperdinger salvò la città nel 1945 rifiutandosi di dare ordini consegnandola senza combattere agli americani. Dopo la fine della guerra, Salisburgo fu sede dell'Alto Comando degli Stati Uniti. Nei primi anni del dopoguerra la città fu segnata dalla miseria dei profughi. Solo gradualmente la caserma poté essere sostituita dalla costruzione di nuove parti della città. Nel 1962 fu ricostituita l'università, sciolta nel 1810. Nel periodo che seguì, Salisburgo divenne una città economicamente di successo di commercio, fiere e turismo.

Lo sviluppo della città di Salisburgo, mostrato come una serie temporale di 30 anni ciascuna
Lo sviluppo dell'abitato dal 1800 al 2010 - e il rispettivo numero di abitanti, scala dell'area in passi di 10 ha

Il grafico a destra mostra il crescente disaccoppiamento dell'area edificata e il rispettivo numero di residenti dopo il 1970 circa. Nonostante il numero di residenti sia aumentato di poco, il fabbisogno di spazio per i nuovi edifici (anche) nella città di Salisburgo continua a crescere fortemente. (Dati: rispettivo totale dei centri abitati e adozione dei rispettivi dati demografici)

residente

Sviluppo della popolazione

Lo sviluppo della popolazione della città di Salisburgo dal 1550 al 2021Popolazione Stadt.svg

Intorno all'anno 1550 la città di Salisburgo contava circa 8.000 abitanti. Nella prima metà del XVII secolo la popolazione aumentò solo leggermente, nella seconda metà aumentò notevolmente. Nel 1795, poco prima della fine dell'arcivescovado, si contavano 16.837 residenti. Alla fine dell'era napoleonica , che fu caratterizzata da occupazioni, saccheggi e umiliazioni, la popolazione scese a 12.037 nel 1817, dopo il 1860 crebbe rapidamente con il boom economico e continuò ad aumentare dopo la prima guerra mondiale. Nel 1934 c'erano già 40.232 residenti nell'allora ancora piccolo agglomerato urbano.

Con l'incorporazione nel 1935 e nel 1939, il numero degli abitanti salì a 77.170. La seconda guerra mondiale causò grandi perdite tra i soldati salisburghesi e la popolazione civile. A causa dell'occupazione americana fino al 1955, il numero dei residenti aumentò nuovamente dopo la guerra.

Con circa 15.000 profughi, principalmente di etnia tedesca , che trovarono una nuova casa a Salisburgo, il numero degli abitanti salì a 99.244 nel 1947, e la successiva ripresa economica portò di nuovo a grandi aumenti della popolazione fino al 1970. Mentre la popolazione è rimasta più o meno la stessa tra il 1979 e il 1990, è cresciuta di ulteriori 12.000 nei successivi 18 anni.

Nell'area metropolitana di Salisburgo vivono circa 367.000 persone (2019). La popolazione era di 155.416 il 1 gennaio 2021.

Struttura della popolazione

Il numero medio di bambini nelle 36.396 famiglie è attualmente di 0,97. Nonostante il previsto afflusso di persone provenienti dall'area urbana e migranti, la pianificazione urbana presuppone che la popolazione ristagni o diminuisca nel medio termine.

Il 77% dei residenti della città di Salisburgo è nato in Austria, altri

Elisabeth-Vorstadt ha la più alta percentuale di nati fuori dall'Austria con il 36,9%, a Schallmoos il 35,0% dei residenti non è nato in Austria. Un'alta percentuale di non austriaci vive anche in feudi, nel sud di questo distretto il 15% professa l'Islam.

Il distretto di Leopoldskron-Moos ha la percentuale più bassa di stranieri. Nel 2006, il 13% della popolazione della città aveva meno di 15 anni, il 69% tra i 15 ei 64 anni e il 18% sopra i 64 anni. La percentuale di bambini e adolescenti sotto i 15 anni era più alta nell'Outer Maxglan e nel Maxglan-West (21%), quella degli anziani a Riedenburg (22%). La percentuale più alta di adulti in età lavorativa si trova nel centro storico di destra (80%).

credi

Salisburgo è modellata dalla Chiesa cattolica . Fino allo scioglimento dell'arcivescovado principe di Salisburgo nel 1800 (o 1803), chiesa e stato formarono un'unità. Lo testimoniano le difficoltà dei protestanti (vedi esuli salisburghesi ) e della comunità ebraica nonché degli anabattisti . Numerosi campanili dominano l'immagine della città, che fu chiamata la Roma tedesca fino al XIX secolo .

portato a una maggiore varietà di religioni.

Nel 2001, i cattolici erano di gran lunga la più grande comunità ecclesiale con il 55,4% della popolazione della città. Dal 2001 il numero dei cattolici (come in altre parti dell'Austria) è diminuito. Il secondo gruppo più numeroso erano i salisburghesi senza credenze religiose, il 17,1% della popolazione e un altro 6,5% non aveva credenze religiose.

I musulmani erano il 6,8% della popolazione urbana, il terzo gruppo più numeroso. Al quarto posto la Chiesa Evangelica AB in Austria e la Chiesa Evangelica HB in Austria , a cui si è impegnato il 6,7% della popolazione. Questa comunità religiosa è divisa in tre parrocchie con le chiese associate a Neustadt , a Gneis ea Taxham. Le comunità cristiane ortodosse ( Chiesa ortodossa serba , Chiesa ortodossa rumena e Chiesa ortodossa russa ) costituivano il 5,3% della popolazione. La Chiesa ortodossa russa Maria Schutz è in feudo, la Chiesa ortodossa rumena a est di Schallmoos.

La Chiesa cattolica è in dialogo con le Chiese ortodosse, la Chiesa evangelica, la Chiesa veterocattolica ei metodisti in gruppi di lavoro ecumenici; Le funzioni religiose comuni vengono celebrate regolarmente.

Un totale dello 0,7% della popolazione della città ha ammesso altre comunità religiose, come la comunità buddista , quella baha'i , la comunità indù e la comunità sikh . I servizi si svolgono più volte l'anno nel la sinagoga di Salisburgo del Israelitische Kultusgemeinde .

Oltre alle tre moschee musulmane a Schallmoos, Itzling e Neustadt, a Schallmoos c'è un Sikh Gurdwara . Le sale di preghiera buddiste si trovano nel centro storico di destra, a Lehen e Liefering.

politica

Heinz Schaden, sindaco della città di Salisburgo (1999-2017)
Harald Preuner (dal 2017)

La politica locale dopo il 1880

e sotto il nazionalsocialismo, l'amministrazione comunale non aveva quasi alcuna libertà ed era vincolata da istruzioni.

La politica locale dopo il 1945

Il primo dopoguerra fu caratterizzato da una stretta collaborazione tra l' SPÖ e il suo sindaco Anton Neumayr , l' ÖVP e il KPÖ . Dal 1957 al 1970 il popolare Alfred Bäck guidò il governo della città.

Nel 1972, le iniziative dei cittadini a Salisburgo si sono svolte per la prima volta (inizialmente senza successo). Era prevista la costruzione del Freisaal e di parti del giardino paesaggistico di Hellbrunner Allee. Un compromesso previsto per la conservazione estensiva dello spazio verde e l'istituzione dell'Università di Freisaal. L'espansione pianificata della rete stradale nel 1976 ha portato a nuovi conflitti tra abitazioni e protezione del paesaggio, che continuano ancora oggi. “Ciò che per anni è stato celebrato come bene comune, ovvero creare un tetto sulla testa delle persone, è degenerato ed è diventato un tumore canceroso nel paesaggio urbano”.

Nel 1965 lo storico dell'arte Hans Sedlmayr ha segnalato la demolizione e l'erosione del centro storico. Il governatore culturalmente attento Hans Lechner ha fornito la protezione iniziale dell'insieme nel 1967 con il sostegno delle iniziative dei cittadini. Nel 1980 le iniziative dei cittadini intorno all'attore Herbert Fux , al pittore Wilhelm Kaufmann ea Richard Hörl hanno ottenuto una migliore protezione per la città vecchia.

Il rapido aumento del traffico urbano è rimasto un capitolo controverso della politica cittadina. La cooperativa del centro cittadino si è mobilitata dopo il 1960 contro i progetti di realizzazione di una zona pedonale nel centro storico e contro la "chiusura del traffico". Nel corso del riorientamento con la priorità del trasporto pubblico, in gran parte avviato dalla lista dei cittadini, tra il 1970 e il 1994 sono state istituite corsie preferenziali separate in 22 strade.

Dal 1999 il sindaco della città di Salisburgo è eletto direttamente dal popolo. Da allora fino al 20 settembre 2017, Heinz Schaden ( SPÖ ) è stato sindaco . Dopo le elezioni del 2009, Harald Preuner ( ÖVP ) è rimasto il primo deputato . Martin Panosch è diventato il secondo vice dell'SPÖ, Claudia Schmidt (ÖVP) nuovo consigliere comunale, Johann Padutsch (lista dei cittadini) rimane consigliere comunale. Il 20 settembre 2017, il primo vicesindaco finora, Harald Preuner, ha assunto la carica di sindaco, nuove elezioni sono state fissate per il 26 novembre 2017. Preuner ha ricevuto il maggior numero di voti nelle elezioni del sindaco con il 35,0%, ma non il 50 percento necessario. Al ballottaggio del 10 dicembre 2017, ha prevalso contro Bernhard Auinger (SPÖ) con il 50,32% (294 voti avanti).

Vedi anche
: Elenco dei sindaci della città di Salisburgo  e risultati delle elezioni locali nella città di Salisburgo

Amministrazione della città

Il consiglio comunale è composto da 40 membri. Oltre a un sindaco, il governo della città è composto da due vicesindaci e due consiglieri comunali, nominati in base alla forza dei voti dei rispettivi partiti (sistema proporzionale). In quanto comitato permanente del consiglio comunale, il Senato della città è principalmente responsabile per le questioni legali e finanziarie ed è composto da dodici membri. La legge comunale prevede le istanze dei cittadini su richiesta dei cittadini e i sondaggi cittadini su richiesta del consiglio comunale.

Elezioni comunali
10/30
1949
18.10.
1953
20.10.
1957
14.10.
1962
8.10.
1967
8.10.
1972
2.10.
1977
3.10.
1982
4.10.
1987
4.10.
1992
7.3.
1999
7.3.
2004
1.3.
2009
9.3.
2014
10.3.
2019
Affluenza alle urne (%) 79,3 86.5 77.6 78.5 79,7 70.7 73.2 71,4 62,3 55.2 60,5 64,8 57.5 49,7 48.2
SPÖ 15° 15° 16 16 19° 17° 16 15° 21° 12° 13 19° 15° 15° 11
ÖVP 12° 14 13 14 13 14 14 12° 9 11 11 11 11 16
FPÖ * 12° 10 10 9 9 5 5 3
Elenco dei cittadini - - - - - - 2
KPÖ 1 1 1 1 - - - - - - - - - - 1
Altro ** - - - - - - - - - PA: 2
Can: 2
PA: 2 - TAZL: 2 NEOS : 5
SALE: 2
NEOS : 2
SALE: 1

* "FPÖ" compreso il suo predecessore "WDU"; ** ABP: automobilisti austriaci e partito di interesse dei cittadini, LM: List Masopust, TAZL: List Tazl & BZÖ , SALZ: Citizens for Salzburg

E-government

I cittadini possono compilare le domande online tramite il portale di e-government della città di Salisburgo e inviarle elettronicamente all'autorità responsabile. Questo modulo di domanda semplifica il processo amministrativo e la procedura può essere completata più rapidamente. Le soluzioni del modulo coprono, tra le altre cose. le aree “Costruire e Abitare”, “Finanziamenti Culturali” e “Natura & Ambiente”.

Gemellaggio di città

Il primo gemellaggio di città è stato firmato nel 1964 con l'antica capitale della Champagne, Reims . Come Salisburgo, questa città culturale è stata a lungo un importante centro intellettuale d'Europa. Atlanta è stata aggiunta nel 1967, ma non lo è più oggi.

1973 segue come partner Verona con il suo centro storico patrimonio culturale mondiale. Il partenariato cittadino tra Salisburgo e León (Nicaragua) esiste dal 1984. I progetti di sviluppo di Salisburgo hanno sostenuto questa città e la regione partner Singida in Tanzania dal 1984 . Singida, che ha appartenuto all'Africa orientale tedesca fino al 1918, si trova nel centro della Tanzania a circa 200 chilometri a nord-ovest della capitale Dodoma ed è particolarmente dipendente dagli aiuti. Busseto in Italia è partner dal 1988 e ha un legame speciale con Salisburgo nella sua tradizione musicale. Un'altra partnership esiste dal 1989 con Vilnius in Lituania , un centro di cultura laica e religiosa nell'Europa orientale.

stemma

Stemma della città

Lo stemma mostra una cinta muraria in argento stagnato di colore rosso, le cui parti laterali arretrano in prospettiva e nella cui parte centrale si trova una porta della città con ante aperte e saracinesca rialzata; dietro le mura della città una torre esagonale d'argento con tetto dorato, fiancheggiata da due torri rotonde d'argento stagnato più basse e più basse con tetti appuntiti dorati.

Attrazioni

Facciata del Duomo di Salisburgo

Il 5 dicembre 1996 l'intera città vecchia , la città nuova, Mülln, Mönchs- e Kapuzinerberg e parti della Nonntal sono state inserite dall'UNESCO nella lista del patrimonio culturale mondiale .

Vedi anche
: Oggetti elencati a Salisburgo  e nel centro storico della città di Salisburgo # Spiegazione

Chiese e monasteri

Fortezza Hohensalzburg

il castello medievale in una fortezza dotandolo di un forte anello esterno di bastioni di artiglieria. Fece costruire l'Hasengrabentorbastei, l'Hasengrabenbasteien e le due Nonnbergbasteien e il cosiddetto gatto fu notevolmente rafforzato. Con oltre 7.000 m², compresi i bastioni con oltre 14.000 m² di abitato, la fortezza è uno dei castelli più grandi d'Europa.

Castelli e altri edifici secolari

Il centro storico dalla fortezza a nord
1549.

Il castello di Aigen è un antico castello di campagna salisburghese ai piedi del Gaisberg, il cui parco del castello quasi naturale era noto per le sue sorgenti dal XVII all'inizio del XX secolo. Piccole residenze sul Mönchsberg sono il Johannesschlössl e il Marketenderschlössl. Le fortificazioni simili a castelli sono il Franziskischlössl costruito da Paris Lodron sul Kapuzinerberg e l'antico castello di Neuhaus sul Kühberg.

Altre particolarità tra gli edifici secolari sono la vecchia e la nuova residenza con il carillon ; in quest'ultimo si trova il Museo di Salisburgo . Degni di nota sono l'Università Vecchia con il Sacello e l'Aula Grande, nonché l'antichissimo municipio. Di fronte alla vecchia università si trovano la sala delle feste con la Felsenreitschule e il laghetto dei cavalli . C'è anche il Sigmundstor , il più antico tunnel stradale in Austria. L' Edmundsburg si trova sul Mönchsberg .

Piazze e vicoli del centro storico

La Steingasse con vista sulla fortezza

La casa natale di Wolfgang Amadeus Mozart si trova nella centrale Getreidegasse , che fin dalla tenera età ha svolto un ruolo importante nel commercio. Altre strade e piazze del centro storico sono la Domplatz con la Mariensäule , la Kapitelplatz e Kapitelgasse e la Residenzplatz con la Residenzbrunnen. Da vedere anche la Mozartplatz con il monumento Mozart e il PLAGE - Monumento Anti-WAA , la Waagplatz , il vecchio mercato con il Florianibrunnen, la Sigmund-Haffner-Gasse e l'adiacente piazza del municipio . Anche Kaigasse, Krotachgasse e Pfeifergasse a sinistra del Salzach, nonché Steingasse e Linzer Gasse sul lato di Neustadt hanno mantenuto il loro carattere storico. La Griesgasse tra piazza Anton Neumayr e il ponte statale, la Jewish e la Herrengasse sono anche parti importanti della città vecchia.

Nel maggio 2018 gli archivi della città hanno presentato un elenco di oltre 60 strade e piazze con nomi inquinati dai nazionalsocialisti . 46 di loro portano i nomi di importanti membri del NSDAP .

cimiteri

Petersfriedhof nel centro storico
si trova ad Aigen dal 1893 .

architettura

Sigmund-Haffner-Gasse in direzione del municipio e Getreidegasse
Facciate delle case di Salisburgo sulla roccia

romanico e gotico

Le chiese romaniche e gotiche, i primi edifici monastici e le case a graticcio hanno modellato a lungo la città medievale. Il sotto vescovo Corrado III. La ricca cattedrale di Corradine a tre navate era all'epoca la più grande basilica a nord delle Alpi. Il coro a sala della chiesa francescana , iniziato da Hans von Burghausen e completato da Stephan Krumenauer , è una delle opere più imponenti del gotico civile della Germania meridionale. Solo verso la fine della collegiata gotica emersero Nonnberg , la cappella Margherita nel cimitero di San Pietro , la cappella di San Giorgio e le maestose sale nell'alto bastone della fortezza di Hohensalzburg .

Rinascimento e Barocco

a sud del centro storico.

svolto un ruolo importante nella progettazione della città.

Classico moderno e moderno del dopoguerra

architettonica .

Architettura contemporanea

Nella città vecchia, è difficile realizzare un'architettura contemporanea significativa senza perdere l'insieme storico. Tuttavia, con il nuovo edificio del Mozarteum direttamente nei giardini barocchi Mirabell (architettura: Robert Rechenauer), l' Unipark Nonntal è stato inaugurato nel 2011 (architettura: Storch Ehlers Partner - premiato con il Premio di architettura di Salisburgo nel 2012), il 2001 Makartsteg (architettura : Halle1) , o la casa di abitazione e studio degli architetti Christine e Horst Lechner nella Priesterhausgasse (Premio di architettura 2010) nell'area del patrimonio mondiale dell'UNESCO e della città vecchia. La centrale termica al confine delle zone di protezione è ancora oggi particolarmente controversa .

) a Taxham sono tra gli edifici modernisti di maggior successo economico a Salisburgo.

Cultura

Città della musica di Salisburgo

storia

visse alla corte di Salisburgo , i cui canti popolari spirituali e profani sono noti ancora oggi. l'orchestra di corte e la musica corale con un totale di 78 musicisti. Il 27 gennaio 1614 Markus Sittikus aprì il nuovo teatro di corte e divenne così l'antenato della festosa città della musica e del teatro di Salisburgo, dove ebbero luogo le prime rappresentazioni liriche fuori dall'Italia. La cerimonia di inaugurazione del Duomo di Salisburgo nel 1628 sotto la direzione musicale di Stephano Bernardi, che eseguì anche le sue opere, fu estremamente affascinante.
Grande sala delle feste : una delle tre sale delle feste del Festival di Salisburgo, inaugurata nel 1960

Nel 1841 furono fondati il Dommusikverein e il Mozarteum e nel 1847 il Salzburger Liedertafel, entrambi sotto la direzione di Alois Taux fino alla fine della sua vita. Nel 1842, la cerimonia di inaugurazione del primo monumento mozartiano iniziò la tradizione del Festival Mozart, che, in gran parte sostenuto da Joseph Friedrich Hummel e Lilli Lehmann , portò alla fondazione del Festival di Salisburgo nel 1920. Il francescano padre Peter Singer compose molte opere sacre. Intorno al 1880 il compositore di canzoni Hugo Wolf lavorò nel teatro di corte di Salisburgo . Franz Xaver Gruber, nipote del famoso compositore Franz Xaver Gruber con lo stesso nome , fondò il coro della cattedrale con cantanti onorari nel 1921, che ricevette una buona reputazione sotto il suo successore Joseph Messner . La Fondazione Internazionale Mozarteum è stata fondata nel 1870, la Scuola di Musica Mozarteum nel 1880. Clemens Krauss , Bernhard Paumgartner , Klaus Ager e Gerhard Wimberger hanno lavorato nel Mozarteum . Dopo la prima guerra mondiale, l'orchestra del Mozarteum di Salisburgo si staccò dal Conservatorio. Dopo la seconda guerra mondiale vi lavorarono i compositori Cesar Bresgen e Carl Orff .

L'orchestra più antica di Salisburgo è l' Orchestra Mozarteum di Salisburgo . È emerso dall'orchestra di insegnanti e studenti avanzati dell'Accademia Mozarteum. Come orchestra sinfonica della città e dello stato di Salisburgo, è principalmente dedicata alla musica del classico viennese. La Camerata Salzburg , un'orchestra da camera, è stata fondata nel 1952 da Bernhard Paumgartner e in seguito diretta da Sándor Végh per oltre 20 anni . Nel 1998 Elisabeth Fuchs ha fondato la Junge Philharmonie Salzburg con giovani musicisti e da allora la dirige. L'ensemble austriaco di nuova musica, con sede a Salisburgo, è stato fondato nel 1975 da Klaus Ager e Ferenc Tornai e inizialmente diretto da Klaus Ager.

Mozart e Salisburgo

Wolfgang Amadeus Mozart nacque nel 1756 come figlio del compositore di corte e vice capobanda Leopold Mozart e di sua moglie Anna Maria Pertl nella casa al 9 Getreidegasse. Leopold lavorò nella cappella di corte del principe arcivescovo del conte Sigismund Schrattenbach , che era sotto la direzione di Johann Michael Haydn . Schrattenbach era molto favorevole alla famiglia Mozart. All'età di sette anni, Wolfgang Amadeus ha attirato l'attenzione su di sé durante le tournée di concerti da bambino prodigio.

Wolfgang Amadeus Mozart fu nominato violino di corte non retribuito a Salisburgo nel 1769 e fu nominato primo violino della banda sotto il neoeletto principe arcivescovo Hieronymus Colloredo nel 1772. La vita musicale era troppo angusta per il Mozart amante della libertà nella piccola città. Divenne un "luogo dell'elemosina" dove il suo genio non poteva "scivolare via". Anche l'esecuzione di grandi teatri musicali a Salisburgo non è stata possibile. Colloredo ha anche mostrato poca comprensione per aver portato costantemente Mozart fuori per i tour. Si dimise quindi dal suo servizio a Salisburgo nel 1781 e continuò la sua carriera a Vienna, dove morì nel 1791. Il nome e la musica di Mozart divennero noti al grande pubblico solo molto tempo dopo la sua morte. Lo scrittore Julius Schilling fu il primo a suggerire nel 1835 di erigere un monumento a Mozart a Salisburgo, che fu completato nel 1842. Quando la statua fu inaugurata in Mozartplatz, pochissimi visitatori conoscevano il compositore. Tuttavia, per lungo tempo la celebrazione fu una delle più grandi che la città avesse mai conosciuto. Con gite in barca, fiaccolate e altre attrazioni, è stato creato un vero e proprio festival popolare in onore di Wolfgang Amadeus Mozart. La prima edizione completa delle opere di Mozart non fu completata fino al 1907 dalla Fondazione Mozarteum. Oggi molti luoghi e istituzioni a Salisburgo ricordano il musicista. Dai festival musicali internazionali che si sono svolti a Salisburgo in onore di Mozart dal 1877, nel 1920 è nato il Festival di Salisburgo.

Festival di Salisburgo

Tutti a Domplatz, 2014

La più grande serie di eventi a Salisburgo con concerti, opere, recital e spettacoli teatrali si svolge dal 1920 nell'ambito del Festival di Salisburgo. Questi si sono sviluppati dai festival di Mozart e dai festival musicali internazionali a Salisburgo nel 19° secolo. La comunità del festival è stata fondata nel 1917 dopo anni di iniziative di Heinrich Damisch e Max Reinhardt ha assunto la gestione del festival, supportato da Hugo von Hofmannsthal . La prima rappresentazione del festival ebbe luogo il 22 agosto 1920 con Jedermann von Hofmannsthal nella produzione di Reinhardt davanti alla cattedrale. Lo sfondo della Domplatz è ancora la sede della commedia misteriosa dell'Hofmannsthal. Oggi il festival ha tre sale del festival, la Festspielhaus, che ha aperto nel 1925, ora conosciuta come Haus für Mozart , la Felsenreitschule , che è stata suonata per la prima volta nel 1926, e la Great Festival Hall, che è stata completata e inaugurata nel 1960 . Vengono regolarmente utilizzati anche la Sala Grande del Mozarteum , il Teatro di Stato di Salisburgo e la Pernerinsel ad Hallein. Altre sedi del Festival di Salisburgo sono sparse in tutta la città.

Nel 1956 la Settimana di Mozart, la Fondazione Internazionale Mozarteum è stata fondata, che si svolge a fine gennaio / inizio febbraio - intorno al compleanno di Mozart, il 27 gennaio. Fondato da Herbert von Karajan , il Festival di Pasqua esiste dal 1967 e il Festival di Pentecoste dal 1973 ; dopo la morte di Karajan questi ultimi si sono dedicati principalmente alla musica barocca . Nel 1992 la Pernerinsel di Hallein è stata anche adattata come sede del Festival di Salisburgo .

Musica classica

Le sale da concerto per la musica classica includono la Vienna e la Sala Grande del Mozarteum, la Sala Grande dell'Università, la Sala Yamaha nella casa dell'orchestra dell'Orchestra Mozarteum di Salisburgo e il Solitario per spettacoli di musica da camera nell'edificio dell'Università Mozarteum. Il grande studio è utilizzato per spettacoli teatrali.

.

Al di fuori della stagione dei festival, la Fondazione Internazionale Mozarteum è uno dei noti organizzatori con i suoi dialoghi . Viene utilizzato principalmente per l'interpretazione di opere contemporanee, la Settimana di Mozart a Salisburgo e altri concerti nella Sala Grande.

.

L'offerta di eventi di musica da camera a Salisburgo è ricca. Qui vengono offerti regolarmente concerti nell'ambito dei concerti della fortezza di Salisburgo, dei concerti del castello di Salisburgo nel castello di Mirabell e dei concerti della musica di corte di Salisburgo . Il Festival dell'Avvento di Salisburgo , fondato da Tobi Reiser nel 1950, è noto al di fuori di Salisburgo. Ogni anno nella Great Festival Hall, offre musica popolare corale e musica strumentale tra cui il gioco dei pastori.

Musica jazz e musica alternativa

si svolge ogni anno nel mese di ottobre dal 2000 con ingresso gratuito in varie località e in sale, bar e club.

Dalla serie di concerti Jazz im Theatre , fondata nel 1981, è emerso nel 2002 il jazz bar Jazzit . Il jazz club alternativo offre spazio anche alla musica elettronica sperimentale. Il Jazzclub Life Salzburg esiste dal 1983 ed è principalmente dedicato alle forme tradizionali del jazz.

Il consorzio cultura Salzburg , dal consorzio Rainsberg emerse e in seguito come ARGE Nonntal conosciuto originariamente voleva trasferirsi in un edificio a Rainsberg. Si considera un movimento di protesta contro una cultura del festival distaccata. Con le sue associazioni affiliate, è un importante vettore culturale alternativo.

La Rockhouse è stata aperta nel 1993 e ospita circa 200 eventi all'anno. Le sei sale prove sono spesso utilizzate da bande di Salisburgo. I laboratori musicali sono pensati per bambini e ragazzi.

L'iniziativa della fisarmonica Akkorde - On - Stage Salzburg con l'orchestra di fisarmoniche Viel-Harmonie esiste dal 2004. Come contrappunto alla fisarmonica più legata alla musica popolare, vengono presentati vari stili contemporanei.

La JIMS - accademia estiva per il jazz e la musica improvvisata di Salisburgo è stata chiusa nel 2008.

Musei

La Casa della Natura, fondata nel 1924 dallo zoologo Eduard Paul Tratz, è principalmente dedicata ai campi della natura e della tecnologia. Alla fine del 2008, le ex sale museali del Museo Carolino Augusteum di Salisburgo sono state incorporate nella Casa della Natura e il museo ampliato è stato riaperto alla fine di giugno 2009.

La vecchia residenza , in primo piano la Residenzplatz
dell'Alte Residenz. Le sale di rappresentanza del principe arcivescovo possono essere visitate anche indipendentemente dalla galleria. Nella casa dove nacque e visse sono stati allestiti piccoli e interessanti musei dedicati all'opera di Mozart.

.

Il quartiere del Duomo di Salisburgo è stato inaugurato il 16 maggio 2014. Per la prima volta, i visitatori hanno l'opportunità di ripercorrere le orme degli ex-principi arcivescovi. Nei musei partecipanti - Residenzgalerie, Salzburgmuseum, Dommuseum e il nuovo Museum St. Peter - vengono presentati circa 2.000 oggetti su 15.000 metri quadrati.

letteratura

Hugo von Hofmannsthal in giovane età
vivono o hanno vissuto a Salisburgo .

Dal 2008 c'è anche un festival letterario che si tiene ogni anno in primavera , in cui vengono presentate opere letterarie di autori famosi in varie località della città.

Teatro

Il Teatro di Stato di Salisburgo è stato fondato nel 1775 dal principe arcivescovo Colloredo con il nome di Hoftheater come istituzione educativa per la popolazione di Salisburgo e rinato come teatro cittadino nel 1893. Di proprietà dello stato e della città di Salisburgo, da oltre 240 anni svolge un'importante missione culturale con l'opera, l'operetta con il teatro, il teatro danza e il teatro per bambini. Con la fondazione del Teatro delle Marionette di Salisburgo nel 1913, Anton Aicher ha rinnovato un'antica tradizione di Salisburgo nello spirito dell'epoca barocca. Da allora, il teatro delle marionette ha eseguito opere di Mozart e altri compositori, nonché fiabe.

Oltre alle rappresentazioni del Landestheater e del Festival di Salisburgo, quasi tutti i giorni durante la stagione si tengono spettacoli teatrali nella Schauspielhaus Salzburg , l'ex "Elisabethbühne". La casa è il più grande teatro d'insieme indipendente in Austria, con una decina di opere teatrali e un'opera per bambini in due teatri all'anno. Sono collegate una scuola di recitazione e una casa editrice di musical per bambini. Nel Toihaus, nel Piccolo Teatro , nel Theater an der Salzach e nella Repubblica di del Szene Salzburg, giochi vengono regolarmente eseguiti, ma a volte anche nella Oval, lo stadio nel Europark . Nel 1970 l'Associazione culturale di Salisburgo ha fondato il Teatro di strada di Salisburgo , che ogni anno durante il periodo del festival delizia molti visitatori con spettacoli su un piccolo palcoscenico trainato da cavalli nella città e nello stato di Salisburgo.

Arti visive

La pittura medievale a Salisburgo è stata in gran parte modellata dai monaci. L' Antifonario del Convento di San Pietro, ora nella Biblioteca Nazionale Austriaca , è una delle più importanti realizzazioni dell'illuminazione libraria medievale nella regione alpina. Nella città furono realizzate numerose luminarie romaniche e gotiche di importanza europea. Significativi sono gli affreschi altomedievali e la vetrata gotica (finestra del clan) della collegiata di Nonnberg . Famosi artisti del tardo gotico erano i cittadini di Salisburgo, Rueland Frueauf il Vecchio e suo figlio, così come Conrad Laib .

Dopo la prima guerra mondiale, Anton Faistauer fu artisticamente attivo a Salisburgo , che realizzò grandi affreschi nella chiesa di Morzger e nel Festival Hall di Salisburgo. Dopo la seconda guerra mondiale, Oskar Kokoschka fondò l' Accademia estiva internazionale di belle arti di Salisburgo nella fortezza Hohensalzburg . Anche i pittori Eduard Bäumer e Wilhelm Kaufmann hanno vissuto e lavorato a Salisburgo .

La scultura medievale a Salisburgo era quasi interamente sacra . Famosi scultori del tardo gotico furono Michael Pacher e Veit Stoss . Michael Pacher realizzò per la chiesa francescana uno dei più grandi e belli altari alati dell'Europa centrale, di cui è sopravvissuta solo la scultura della Madonna. Il piccolo altare alato della Johanniskapelle a Nonnberg proviene dalla scuola di Veit Stoss. L'era barocca, così gioiosa da presentare, diede agli artisti una vasta gamma di compiti. Lo scultore barocco più famoso di Salisburgo era Bernhard Michael Mandl . Ispirato da artisti italiani, Mandl ha creato sculture indipendenti. Le sue opere includono il domatore di cavalli del Marstallschwemme e Pietro e Paolo davanti alla facciata della cattedrale. L'arte dell'inizio del XVIII secolo è stata plasmata a Salisburgo da Georg Raphael Donner , le cui prime opere includono la scalinata in marmo del Palazzo Mirabell. Artisti importanti furono Sebastian Stumpfegger , Johann Georg Hitzl e Anton Pfaffinger. Il linguaggio formale barocco è stato spesso trasmesso attraverso il rococò fino all'inizio del XIX secolo. Johann Baptist Hagenauer ha creato opere famose a Salisburgo come la statua di Maria sulla Domplatz e il design artistico del Sigmundstore. Un artista salisburghese del tardo classicismo fu Johann Piger .

Cinema e cinema

Nel 1921, il birrificio Stiegl di Salisburgo a Maxglan mise a disposizione degli edifici agricoli della nuova società Salzburger-Kunstfilm. La società di produzione cinematografica vi ha allestito un laboratorio e uno studio cinematografico. Il primo documentario fu “Il Festival 1921”, il primo film di finzione “La tragedia di Carlo Prinetti” (1924). A quel tempo, il Maxglaner Kino era il secondo cinema più grande in Austria al di fuori della capitale federale Vienna.

trova il centro città, dove è ospitato il cinema Cineplexx City, e appena fuori dai confini della città nel comune di Wals-Siezenheim situato vicino all'aeroporto di Salisburgo, l'aeroporto di Cineplexx.

Eventi regolari

.

. Il "Winterfest" è un festival di arte circense contemporanea nel Volksgarten Salzburg.

dialetto

Salisburgo appartiene all'area linguistica bavarese-austriaca , in particolare ai dialetti della Baviera centrale. Sebbene il dialetto sia parlato da giovani e anziani a Salisburgo, due professori di linguistica dell'Università di Salisburgo, Irmgard Kaiser e Hannes Scheutz, hanno notato che la percentuale di parlanti dialettali in città è diminuita negli ultimi anni. Sempre più giovani studenti parlano tedesco standard, ma Scheutz pensa che abbia più a che fare con il consumo dei media che con la loro educazione.

Ambiente ed ecologia

geologia

Il bacino di Salisburgo è stato scavato dal ghiacciaio Salzach dell'era glaciale. Successivamente il bacino, inizialmente riempito da un lago, è stato in gran parte riempito di sedimenti . Solo il Mönchsberg, Rainberg e Hellbrunner Berg sono resti di ghiaia solidificata ( conglomerati ) dell'ultimo periodo interglaciale. Il bacino di Salisburgo è costituito da una pianura alluvionale inferiore vicino al sale . Al di sopra del sorprendente bordo terrazzato sulla sponda sinistra che attraversa l'area della città da nord a sud, si trova la terrazza del cimitero, sulla quale si sono formati fertili terreni freschi a Liefering e Morzg, mentre a Schallmoos e Leopoldskroner Moos c'erano un tempo vaste aree brughiere.

clima

Il clima di Salisburgo è fresco e temperato . L'influenza del clima oceanico è più forte di quella del clima continentale. La temperatura media annuale tra il 1971 e il 2000 è stata di 9°C. A gennaio la temperatura media è di -0,8 °C, mentre a luglio sale a 18,6 °C. La quantità di precipitazioni è relativamente alta a causa dell'accumulo settentrionale. Durante il periodo menzionato, ha avuto una media di 1184 mm. Il mese più piovoso è luglio con una media di 160 mm, i mesi più piovosi sono gennaio, febbraio e marzo con meno di 70 mm. A Salisburgo, a causa della sua vicinanza alla regione alpina, ci sono zone di foehn pronunciate con venti meridionali caldi e secchi. A causa della valle del Salzach, i venti in città soffiano principalmente da sud e da nord. I venti forti provengono principalmente da nord-ovest.

Monumenti naturali e aree protette

Hellbrunner Allee

Ci sono 41 monumenti naturali nell'area urbana, la maggior parte dei quali alberi secolari, che definiscono il paesaggio o culturalmente significativi. Hellbrunner Allee, realizzata nel 1615, è una delle parti protette del paesaggio . È uno dei più antichi viali signorili conservati in Europa e il più grande stock di legno antico nel paese al di fuori della regione montuosa. È di particolare importanza per la protezione delle specie di coleotteri stanziali, pipistrelli e picchi. I salici capitozzati dell'Almkanal con oltre 500 alberi sono gli unici vecchi salici inquinati dello stato di Salisburgo. La tradizione ininterrotta dei salici decapitati risale al Medioevo. La steppa rocciosa del Rainberg ospita una flora e una fauna particolarmente amante della siccità.

L' Itzlinger Au , il Kühberg e la riserva forestale naturale di Gaisberg non sono stati utilizzati per molto tempo . Il Samer Mösl nel nord-est della città è una brughiera ben conservata .

Grandi parti dello spazio verde della città sono aree paesaggistiche protette, come Kapuzinerberg, Mönchsberg e Rainberg. Lo spazio verde intorno a Hellbrunn e Hellbrunner Allee, il paesaggio di brughiere coltivate del Leopoldskroner Moos , il paesaggio intorno al Leopoldskroner Weiher e lo spazio verde intorno alle assi di sale sono aree di protezione del paesaggio.

Vedi anche
: Elenco dei monumenti naturali della città di Salisburgo  e Elenco delle parti protette del paesaggio della città di Salisburgo